Non perdere...
Home / Basket / Basket, Lega Adecco Gold: I risultati della 15^ giornata

Basket, Lega Adecco Gold: I risultati della 15^ giornata

Logo Adecco_LNPLNP Adecco Gold, 15^ giornata, ultima del girone d’andata, utile a determinare le quattro squadre che conquistano  l’accesso alla “Final Six” di Coppa Italia. Si tratta di Aquila Basket Trento,  Angelico Biella, Upea Capo D’Orlando e Manital Torino, giunte nei primi quattro posti, rimane fuori GZC Veroli, nonostante i venti punti totalizzati. Gli ultimi due nella gara contro Barcellona, fermata in casa. Mentre vince la Pallacanestro Trapani che, tra le mura amiche, supera la corazzata Torino dopo ben due overtime.
I risultati della 15^ giornata (sabato 4 e domenica 5/1/1014)
Centrale Latte Bs- Fulgor Libertas Forli’ 94-75
Lighthouse Trapani – Manital Torino 102-96
Aget Service Imola- Upea Capo D’Orlando 72-84
Fileni BPA Jesi- Expert Napoli 73-64
FMC Ferentino- Tezenis Verona 83-81
Angelico Biella- Aquila Basket Trento  76-74 (sabato)
Pall. Trieste 2004- Novipiù Casale M.to 62-66
Sigma Barcellona – GZC Veroli 82-95
Classifica: Aquila Basket Trento 22, Angelico Biella 20, Upea Capo D’Orlando 20, Manital Torino 20, GZC Veroli 20, Centrale Latte Bs 18, Tezenis Verona 16, Sigma Barcellona 16, Lighthouse Trapani 16, Novipiù Casale M.to 14, Expert Napoli 12, Fileni BPA Jesi 12, FMC Ferentino 12, Pall. Trieste 2004 10, Fulgor Libertas Forli’ 8, Aget Imola 2.
Prossimo turno , 16^ giornata, 1^ di ritorno , domenica 12/1/2014 –ore 18:00:
Aquila Basket Trento- Pall. Trieste 2004 (sabato 11/1/14, ore 20:30)
Fulgor Libertas Forli’- Expert Napoli
Upea Capo D’Orlando- Centrale Latte Bs
Manital Torino- FMC Ferentino
Aget Imola- Lighthouse Trapani
Sigma Barcellona- Novipiù Casale M.to
GZC Veroli- Angelico Biella
Tezenis Verona- Fileni BPA Jesi
Sigma-VeroliSigma Barcellona – GZC Veroli 82 – 95
Parziali: 24-26 (24-26), 46-49 (22-23), 63-69 (17-20), 82-95 (19-26)
Sigma Barcellona: Young 35, Toppo2, Maresca 11, Collins 7, Filloy 13, Iuraton.e. , Pinton 3 , Fantoni 9, De Leo n.e., Ganeto 2,Coach Ugo Ducarello.
GZC Veroli:Sanders 13, Cittadini 8 , Rossi 3, Tommasini 8,  Giammòn.e.,  Samuels 14, Blizard 13, Casella 31, Carenza 5, Mengue Ondo,Coach Marco Ramondino
Arbitri: Masi di Firenze, Pecorella di Trani (BT) e Ascione di Caserta
La prima partita del 2014 termina con una sconfitta per i colori giallorossi. Il primo possesso del match è marchiato Veroli e siglato da Casella.I padroni di casa non stanno a guardare  e con Maresca rispondono prontamente. Sin dall’inizio le due squadre mostrano un bel gioco: i ciociari colpiscono e Barcellona risponde. Fantoni prima sforna un assist per Collins, poi subisce fallo e dalla lunetta non fallisce. Il punteggio dopo quattro minuti di gara è 6 -6.  Filloy e compagni mettono in atto una buona difesa, concedendo dei tiri non facili agli avversari e volando prepotentemente a canestro sulle spalle di Young (10 – 6). Casella interrompe il silenzio e il solito Sanderssi unisce al coro degli ospiti. Il  PalAlberti è infiammato e continua nel suo processo grazie alla prodezza di Tommaso Fantoni che inchioda a due mani. Le due squadre si bombardano senza tregua: Tommasini e Casella danno uno scossone alla partita riuscendo a mettere la testa avanti di una lunghezza. 24 – 26 è il punteggio del primo quarto.
Si torna in campo per i secondi dieci minuti e  Filloy non perde tempo approfittandone per volare in lunetta dove realizza il 100% e pareggia i conti (26 – 26). Per Veroli ci pensa Rossi a rompere il ghiaccio dalla lunga distanza e Young orgogliosamente risponde immediatamente allo stesso modo.
Filloy asseconda Young e incrementa altri due punti a referto. Cittadini da ex che si rispetti reagisce e inchioda la palla al tabellone.  Nuovamente Young, scatenato come non mai, si fa trovare sotto il tabellone per schiacciare a due mani. (35 – 34). Fino a questo momento le due squadre stanno offrendo al pubblico uno spettacolo avvincente Casella e Sanders fanno il bello e il cattivo tempo per la squadra di coach Ramondino, Young, Ganeto e Fantoni fanno sentire la loro presenza (43 – 43). Blizzard e compagni però non accettano questo testa a testa e provano in tutti i modi a scrollarsi di dosso la Sigma Barcellona allungando le distanze a +6 (43 – 49).  Youngal termine del primo tempo realizza il suo sedicesimo punto, accorciando le distanze a -3. Il primo tempo termina 46 – 49.
Nel terzo quarto la Sigma Barcellona apre i giochi grazie con il possesso recuperato e concretizzato da Collins, dall’altra parte però, Sanders ripristina il vantaggio e Cittadini, successivamente scippa del pallone Fantoni ma i suoi compagni non realizzano il possesso. Le due squadre mettono anima e cuore in campo. Dopo tre minuti di gara scarsi, Young scuote i suoi pareggiando i conti. Il palazzo si fa sentire e il Capitano risponde presente alla chiamata in causa +2, Barcellona (54 – 52). Fantoni  prova a caricarsi sulle spalle i  compagni ma Blizzard e Samuels non concedono nulla.
Dopo sette minuti di gara trascorsi Pinton decide di sbloccare la propria situazione punti e lo fa segnando una tripla ma nuovamente Cittadini e Sanders rispondo mettendo  a referto sette punti intervallati dal 100% in lunetta di Young (61 – 67). Alex Young scuote ripetutamente i suoi in cerca di una reazione,  però, Carenza ci mette lo zampino e realizza i suoi primi due punti del match. Il terzo quarto termina 63 – 69.
Il solito Alexander Young rompe il ghiaccio nel quarto periodo e Toppo lo segue, sono quattro i punti consecutivi messi a segno dalla Sigma (67 – 69) in apertura di periodo, poi Carenza sfrutta il potenziale gioco da tre punti per tenere a distanza i padroni di casa. Ci pensa nuovamente Young a mantienere i suoi a distanza ravvicinata. Veroli realizzando canestri da qualsiasi posizione  sembra quasi una macchina da canestro, Casella, Carenza e Samuels portano i verolani a + 11 (70 – 81) a sei minuti dal termine del match. Young piazza la bomba e coach Ramondino chiama una sospensione. Entrambe le squadre riorganizzano i giochi e tornano in campo. Veroli aggressiva sul piano difensivo non concede molto, Young ci crede ancora una volta inchioda la schiacciata. Blizzard e Tommasini però proseguono per la loro strada 76 – 86 a tre minuti dalla fine. Samuels e Casella incrementano il vantaggio a +15 (76 – 91). Veroli prosegue imperterrita e Barcellona non riesce a rompere i giochi nonostante i tentativi di Young e Filloy.  Il match termina 82 – 95.
Prestazione sontuosa di Alex Young che chiude la partita con 35 punti ma che non servono a regalare a coach Ducarello e al PalAlberti il  primo sorriso del 2014.
Coach Ducarello in sala stampa fa i complimenti a Veroli per la vittoria e commenta la prestazione della sua squadra: “Complimenti a Veroli per l’ottima partita, hanno difeso in modo aggressivo  concedendo poco spazio alle situazioni di uno contro uno. Noi abbiamo fatto un passo indietro rispetto alla gara di Napoli. La colpa me la prendo io per non essere stato chiaro con i ragazzi. Complimenti a Casella che con il 9 su 11 ha spaccato la partita. Nel terzo quarto abbiamo rincorso e questo ci ha portato fuori dalla partita, consentendo agli  avversari di andare in contropiede realizzando canestri semplici.”
Barcellona, 5  gennaio 2014
Ufficio Stampa Sigma Basket Barcellona Comunicato Ufficiale n.143
***
Pallacanestro Trapani-Manital Torino 102-96. Tabellino e cronaca
andrea renziPallacanestro Trapani-Manital Torino 102-96 (21-17; 40-37; 55-57; 75-75; 88-88)
Pallacanestro Trapani: Renzi 15 (7/13), Bartoli (0/1 da tre), Lowery (4/8, 1/3) 15, Baldassarre (3/7, 1/5) 20, Bossi (1/1, 1/2) 5, Rizzitiello (2/3, 1/4) 8, Ianes (4/4) 8, Parker (8/10, 2/4) 24, Ferrero (3/4, 0/1) 7, Tabbi ne. All. Lardo
Manital Torino: Mancinelli (6/13, 0/3) 15, Evangelisti (3/4, 2/4) 17, Chessa (1/3 da tre) 3, Sandri (1/2) 2, Amoroso (1/5, 7/13) 27, Bowers (2/4, 0/1) 6, Wojciechowski (4/7, 1/1) 11, Steele (1/3, 0/4) 2, Gergati (4/5, 1/6) 13, Baldasso n e. All. Pillastrini.
Arbitri: Gateano Perretti di Napoli, Renato Giovanrosa di Rocca Priora (RM) e Giampaolo Marota di San Benedetto del Tronto (AP).
Note: spettatori 3.700. Tiri liberi Trapani 20/31 Torino 16/27; tiri da due punti Trapani 32/50, Torino 22/42; tiri da tre punti Trapani 6/20, Torino 12/35. Rimbalzi Trapani 40, Torino 32. Assist Trapani 20, Torino 11. Usciti per cinque falli: Renzi (Trapani) e Steele (Torino).
TRAPANI. Impresa della Pallacanestro Trapani che, tra le mura amiche, supera la corazzata Torino dopo ben due overtime, al termine di un match dalle mille emozioni che ha visto la formazione granata fare e disfare continuamente la tela del successo a stretto giro di tempo. Gli ospiti si presentano al gran completo, con gli americani Steele e Bowers che pian piano stanno acquisendo confidenza con gli ingranaggi di squadra. La formazione granata è invece alle prese con settimane di lavoro a ranghi ridotti per via dei guai fisici di Baldassarre e Lowery, entrambi recuperati nei dieci. Trapani inizia bene, affidandosi alla coppia di lunghi Baldassarre-Renzi contro il quintetto piccolo di Torino che registra presto i problemi di falli del totem Wojciechowski. Gli ospiti realizzano solamente con Amoroso ed Evangelisti riportandosi sotto alla prima mini sirena (21-17). Nel secondo periodo regna l’equilibrio. Amoroso continua a segnare da fuori ed è il primo a raggiungere la doppia cifra mentre Wojciechowski commette il terzo fallo. Trapani spreca qualche pallone con Lowery che fatica ad entrare nel match, trovando però buone cose dagli altri che si alternano nelle realizzazioni. Una tripla di Parker manda le squadre al riposo lungo sul 40-37 per i granata che risultano molto precisi da due (14/23, 61%). Gli uomini di Pillastrini abusano invece del tiro da fuori (5/16, 31%), non incidendo in uno contro uno, come dimostrano i liberi tentati, zero. Al rientro dagli spogliatoi Amoroso trova la tripla con fallo che porta avanti i suoi (47-52) ma Trapani non ci sta e replica immediatamente con un 6-0 firmato Parker (53-52). Il tap-in di un confusionario Steele riporta avanti gli ospiti quando mancano gli ultimi 10’ (55-57). Qui le difese aumentano la loro aggressività, gli attacchi stentano a trovare la via del canestro. Un break di 5-0 confezionato da Bossi e Lowery da una speranza ai padroni di casa, 67-63 a 3’30’’ dal termine. Trapani mantiene l’esiguo vantaggio fino al 73-70 a 26’’ dalla fine quando spreca un’incredibile rimessa che confeziona ben cinque punti in un amen di Mancinelli, che ringrazia. Match ribaltato: 73-75 e pochi secondi da giocare. Sulla rimessa da fondo granata, Lowery fa la magia, butta la palla sulla schiena dell’avversario e manda tutti al supplementare (75-75). Lì, prima Rizzitiello, poi Gergati rivaleggiano a suon di triple (82-82). Torino mette il naso avanti ma spreca dalla lunetta, si arriva così sul 85-87 quando Lowery manda sul ferro la tripla del sorpasso. Sul fallo sistematico granata Bowers realizza un solo libero, 85-88 a 4’’ dalla fine del primo overtime. Gli ospiti pensano bene di non commettere fallo, Trapani ringrazia ed impatta con la tripla di Lowery, 88-88 ed altri cinque minuti di passione. L’inerzia psicologica è nelle mani di Trapani, i piemontesi sbagliano quattro liberi consecutivi mentre Baldassarre è glaciale dalla linea della carità. Così i granati, spinti da un ottimo Parker, acquisiscono quel vantaggio (94-88) che di fatto non molleranno più, anche per via di una difesa avversaria che concede davvero parecchi spazi. Renzi e soci si godono il meritato tripudio del pubblico di casa, per una vittoria che appare meritatissima, frutto del grande cuore gettato sul parquet dall’intera squadra granata. Il prossimo impegno per Trapani sarà la gara esterna contro il fanalino di coda Imola, domenica 12 gennaio alle ore 18:00.
Ufficio Stampa Pallacanestro Trapani
COMUNICATO STAMPA N. 186