Non perdere...
Home / Basket / Basket Adecco Gold: Pallacanestro Trapani, si aggrega l’ala-pivot Luca Fontecchio

Basket Adecco Gold: Pallacanestro Trapani, si aggrega l’ala-pivot Luca Fontecchio

loweryPartirà da Imola il girone ritorno della Pallacanestro Trapani.
Con la gara di domenica scorsa contro Torino, si è concluso il girone d’andata della stagione regolare di Adecco Gold. La Pallacanestro Trapani lo conclude al settimo posto, condiviso con Verona e Barcellona, con 16 punti e un record di 8 vittorie e 7 sconfitte. Domenica prossima 12 gennaio, la formazione granata inizierà a Imola il girone di ritorno e il gruppo del coach Lino Lardo inizierà oggi la preparazione in vista di questo confronto. Priorità assoluta è il recupero completo dei due acciaccati Patrick Baldassarre e Robert Lowery, che hanno giocato l’ultima gara ma necessitano il completamento del recupero dai loro infortuni muscolari.
DA OGGI SI AGGREGA LUCA FONTECCHIO:
Una novità nella Pallacanestro Trapani che torna oggi al lavoro. Si unisce al gruppo del coach Lino Lardo come aggregato l’ala-pivot Luca Fontecchio, classe ’91, la scorsa stagione nella Viola Reggio Calabria. Alto 2.02, Fontecchio è cresciuto nei settori giovanili di Amatori Pescara e Virtus Bologna e sta recuperando da un infortunio al ginocchio. E’ stato campione d’Italia Under 17 e Under 19 con la Virtus Bologna e ha vinto la medaglia d’argento con la Nazionale azzurra Under 20 al Campionato Europeo di Bilbao del 2010.
PROGRAMMA SETTIMANALE:
Oggi ore 9.30 pesi (PalAuriga); ore 18 tecnica (PalAuriga)
Mercoledì 8 gennaio ore 10 tecnica (PalAuriga); ore 18 tecnica (PalAuriga)
Giovedì 9 gennaio 9.30 pesi (PalAuriga); ore 18 tecnica (PalAuriga)
Venerdì 10 dicembre ore 18 tecnica (PalAuriga)
Sabato 11 gennaio ore 18 tecnica (sede da stabilire)
Domenica 12 gennaio ore 18 gara esterna di campionato vs/Imola
DICHIARAZIONI:
Robert Lowery ( nella foto, guardia Pallacanestro Trapani): “La voglia di stare in campo e rendermi utile si è rivelata determinante, perché ad ogni sforzo la gamba si faceva sentire. Sono molto contento della prestazione della squadra e di aver dato un contributo alla squadra. Cosa mi è passato di mente sulla rimessa a fine dei tempi regolamentari che ci ha consentito di pareggiare? Non so bene. E’ stato puro istinto: ho pensato di far sbattere la palla sulla schiena dell’avversario, come nei playground, e mi è andata bene. Quanto alla conclusione da tre punti che ci ha consentito di arrivare al secondo overtime, sono felice perché prima avevo sbagliato un tiro aperto e volevo rifarmi nei confronti della squadra, che ha lottato duramente per tutto il match. Sono molto contento, è una vittoria che ci consente di chiudere al meglio il girone d’andata. Adesso. Dobbiamo acquistare maggior sicurezza anche nelle gare in trasferta, abbiamo questo compito”.
Ufficio Stampa Pallacanestro Trapani
Martedì 7 gennaio 2014
COMUNICATO STAMPA N. 188